Livorno, trasferta difficile: il Napoli è condannato a vincere senza Higuain e Albiol :NapoliMania

sabato 1 marzo 2014

Livorno, trasferta difficile: il Napoli è condannato a vincere senza Higuain e Albiol

Livorno, trasferta difficile: il Napoli è condannato a vincere senza Higuain e Albiol


Domani sera si ritorna in campo. Stavolta per la gara di campionato contro il Livorno. Al Picchi sarà un'altra dura battaglia. Alle 18.30 gli azzurri dovranno misurarsi con i toscani che sono alla disperata ricerca di punti salvezza. E già questo basterebbe per comprendere la difficoltà della partita. Ma non è solo questa la pericolosità da non sottovalutare. 

Il Napoli dovrà fare a meno di due pedine fondamentali, due "titolarissimi": Higuain in attacco e Raul Albiol in difesa. Entrambi, infatti, saranno fuori per squalifica. Il tecnico azzurro sta studiando già da qualche giorno le possibili mosse. In attacco, difficilmente potrà partire Zapata. Anche in emergenza, in più di un'occasione l'allenatore gli ha preferito Pandev. Il macedone, tra l'altro, è in buona condizione e quindi è un motivo in più per schierarlo dal primo minuto. Mentre al centro della difesa azzurra Henrique potre fare coppia con Fernandez. Il neoacquisto ha nelle gambe molto meno minuti rispetto a tutti gli altri essendo arrivato solo a gennaio. Ed ha dimostrato di essere entrato bene e rapidamente negli schemi del Napoli. In alternativa c'è Britos che scalpita per una maglia da titolare. 

Davanti la difesa la coppia potrebbe essere Jorginho-Inler. Il primo non essendo incluso nella lista Uefa ha riposato giovedì sera. Un impiego quasi scontato il suo. L'altra posizione invece potrebbe essere ricoperta da Inler che ha qualche possibilità in più  rispetto al connazionale Dzemaili nonostante abbia preso parte alla battaglia del San Paolo contro lo Swansea. 

Il terzetto di trequartisti potrebbe essere composto da Hamsik e Mertens che in Europa League sono partiti dalla panchina, con Callejon altro titolarissimo di Rafa Benitez. In questo caso Insigne si accomoderebbe in pachina per dare poi il cambio ad un compagno nel corso della ripresa come spesso accade.

A prescindere da chi scenderà in campo dal primo minuto comunque, sarà fondamentale scendere in campo con le idee chiarissime. Il Napoli con le piccole ha avuto più di una difficoltà in questo campionato. Punti persi che poi hanno causato l'enorme distacco dalla capolista Juve e dalla Roma. Se come dice l'allenatore del Napoli la rincorsa al secondo posto non è archiviata del tutto, allora occorrerà non perdere più nemmeno un punto. Tutte le partite dovranno essere giocate dal 1° al 95° evitando grossolani errori difensivi, approcci sbagliati alle partite e tutto quanto ha sbagliato il Napoli finora. Certo chiedere la perfezione sarebbe da stupidi ma se s'intende non lasciare niente di intentato allora bisognerà avvicinarsi il più possibile alla perfezione.



Seguici anche su facebook
e sulla nostra pagina di  Google+


2 commenti:

  1. Lo so che non mi crederai ma è lo stesso risultato che ho immaginato io!

    RispondiElimina

Post più popolari